RINNOVO PATENTE

REVISIONE PATENTE

RECUPERO PUNTI

CONVERSIONE

VISITE MEDICHE

PORTO D'ARMI

RINNOVO PATENTE

 Il rinnovo della patente di guida varia in relazione all’età della persona e alla tipologia di patente che si possiede:

 

Patente A:

·       rinnovo ogni 10 anni fino ai 50 anni di età

·       rinnovo ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni

·       rinnovo ogni 3 anni dopo i 70 anni

 

Patente B

·       rinnovo ogni 10 anni fino ai 50 anni di età

·       rinnovo ogni 5 anni per età compresa tra 50 e 70 anni

·       rinnovo ogni 3 anni dopo i 70 anni

 

Patente C

·       rinnovo ogni 5 anni fino ai 65 anni di età

·       rinnovo ogni 2 anni dopo i 65 anni

 

Patente D

·       rinnovo ogni 5 anni fino ai 60 anni di età

·       rinnovo ogni anno dopo i 60 anni

REVISIONE PATENTE

La revisione della patente di guida consiste nel sottoporre il titolare di patente ad accertamenti medici e/o di idoneità tecnica (esame teorico e esame di guida), per verificare se ha ancora i requisiti psico-fisici e attitudinali richiesti per la guida.

 

Nel caso di verifica dei requisiti psico-fisici il titolare della patente viene invitato a sottoporsi a visita presso la Commissione Medica Locale, generalmente entro 30 giorni.

 

Nel caso di verifica dell’idoneità tecnica alla guida l’interessato deve prenotare, presso il competente Ufficio Provinciale del Dipartimento Trasporti Terrestri del Ministero dei Trasporti, l’esame di teoria e quello di pratica.

 

La prova di teoria dell'esame di revisione delle categorie A1, A, B è svolta con i quiz informatizzati mentre la prova teorica relativa alle categorie BE, C, CE, D, DE è effettuata con il metodo orale.

 

I conducenti affetti da sordomutismo saranno ammessi a sostenere le prove di teoria dell'esame di revisione patente mediante il sistema orale con la possibilità di farsi assistere, a proprie spese, da un interprete appartenente alle competenti sezioni provinciali dell'ente nazionale sordomuti.

 

All'atto dell'esame di revisione occorre presentarsi con la patente di guida in originale oppure essere muniti dell' eventuale provvedimento di sospensione in originale con notifica del ritiro della patente di guida.

 

Il provvedimento con cui viene disposta la revisione è impugnabile davanti al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti entro 30 giorni dalla data del suo ricevimento. E’ ammesso anche il ricorso al TAR entro 60 giorni dalla data di notificazione del provvedimento.

 

RECUPERO PUNTI PATENTE

Nonostante l’istituzione della famigerata patente a punti risalga al 2003, sono ancora molti a non sapere o a essersi dimenticati come si fa a recuperare i punti persi.

 

La buona notizia è che dopo due anni senza infrazioni si torna automaticamente al massimo possibile, ovvero 20 punti. Chi invece non ne ha mai persi guadagna comunque un bonus di 2 punti ogni 2 anni, fino a un massimo di 30 punti. Se invece li perdi tutti in un colpo solo (il massimo che può venire sottratto in una volta è 15), questo meccanismo non funziona. Come sapere quanti punti hai sulla patente? È molto semplice: registrati sul sito Il Portale dell’Automobilista o scarica l’app iPatente.

 

Ma torniamo al punto principale: se hai bisogno di recuperare i punti in fretta, dovrai frequentare dei corsi appositi in una scuola guida che, una volta terminati, ti faranno accreditare minimo 6 punti. Perché recuperare? Perché se nei due anni che servono per tornare a 20 dovessi combinare qualcosa e perderne ancora potresti in un colpo solo rimanere a zero.

 

E se rimani a zero punti non c’è alternativa: devi rifare gli esami per la patente. Ecco perché può essere conveniente recuperarli.

 

Come funzionano i corsi per il recupero punti della patente?

 

Se possiedi una patente A o B esistono corsi per recuperare minimo 6 punti, mentre per patenti C o  D partono da 9 punti. Il corso da 6 punti dura 15 giorni con 12 ore di lezione, quello da 9 punti dura 30 giorni con 18 ore di lezione.